Realizziamo il tuo Piano pensionistico

Pianificazione pensionistica

E’ importante iniziare a costruire fin dai primi anni di lavoro una pensione integrativa al fine di mantenere il più alto possibile il proprio tenore di vita nel tempo. Basta anche un caffè al giorno per avere una vecchiaia più serena.

La sua prima finalità, infatti, è quella di colmare il gap previdenziale a fine carriera, ossia la differenza tra l’ultimo salario percepito e la pensione, il cui importo potrebbe essere anche il 50% di quanto si percepiva, creando un forte impatto sul tenore di vita prospettico, proprio in un momento della vita in cui potrebbero aumentare le spese di natura sanitaria. Già oggi il 36,3% dei pensionati riceve ogni mese meno di 1.000 euro lordi, il 12,2% non supera i 500 euro. (Fonte: ISTAT, gennaio 2020). Eppure, anche solo versando ad un fondo pensione il costo di un caffè giornaliero è possibile, nel lungo termine, incrementare in maniera importante la propria pensione futura.

La percentuale dell’ultimo stipendio destinata a trasformarsi in pensione tenderà a scendere sempre più nei prossimi anni, anche sotto il 50% in alcuni casi (vedi tabella):

Grafico
Tabella (Fonte: Ragioneria generale dello stato, luglio 2020)

il Piano pensione

Ecco, inoltre, perché ricorrere ad una pianificazione pensionistica

  1. È una riserva di liquidità e un ammortizzatore sociale
  2. È uno strumento di investimento a lungo termine
  3. È un mezzo per l’ottimizzazione fiscale del patrimonio
1. Riserva di liquidità e Ammortizzatore sociale

L’attuale normativa permette di potere accedere, tramite anticipazioni, a buona parte (75%) dei contributi versati al fondo nel caso di spese sanitarie e acquisto o ristrutturazione prima casa oltre a spese non ben definite (in questo caso solo il 30% della posizione complessiva). In aggiunta sono possibili riscatti totali o parziali in caso di disoccupazione o invalidità.

2. Investimento di lungo periodo

Il fondo pensione, in virtù del suo orizzonte di investimento nel lungo periodo, permette più agevolmente di poter gestire le diverse fasi dei mercati finanziari nel corso del tempo, senza l’emotività e i facili errori che spesso accompagnano gli investimenti di breve e a volte anche medio periodo. La consapevolezza di non aver accesso immediato alla totalità delle risorse finanziarie del fondo, generalmente per periodi prolungati, permette di ridurre gli errori di market timing spesso legati ad una gestione non ideale dell’emotività dell’investitore, confuso e frastornato dal flusso mediatico sensazionalistico e spesso privo di una corretta e lungimirante valutazione delle notizie di carattere economico. Inoltre la tassazione agevolata sui rendimenti produce, nel lungo periodo, a parità di condizioni, un migliore rendimento per il risparmiatore rispetto ad altri strumenti finanziari.

3. Ottimizzazione fiscale

Uno dei principali vantaggi nell’uso del fondo pensione è rappresentato dalla deducibilità dei versamenti dal reddito imponibile, per un ammontare massimo annuale che supera di poco di 5.000 euro. Questo significa che il rimborso fiscale (restituzione da parte dello stato di una quota delle tasse pagate l’anno precedente per un dipendente o minori tasse da versare nel caso di un lavoratore autonomo), quindi una riduzione del carico fiscale, rappresenta un formidabile meccanismo di rendimento per l’intero investimento. Ad esempio, versando 5.000 euro e ottenendo un rimborso, ipotizziamo al 30%, ossia 1.500 euro, avrei come risultato finale un fondo del valore di 5.000 euro e 1.500 euro aggiuntivi da poter investire in altri strumenti finanziari o per finanziare maggiori spese personali.

Consulente pensionistico online e in sede

Quando è il momento di investire?

Realizziamo insieme il tuo piano pensionistico individuale

RICHIEDI UNA CONSULENZA SENZA IMPEGNO

Se hai bisogno di informazioni o se vuoi fissare un appuntamento, compila il seguente form. Gli appuntamenti possono essere svolti in sede a Vasto (Ch) o online per i clienti fuori regione.

Skip to content